martedì 16 ottobre 2007

back to future

è vero, inizia a fare freddino, soprattutto al mattino, ma durante il giorno si sta tutto sommato bene.
chi sta fermo seduto davanti al pc tutto il giorno patisce il freddo un po' più degli altri, però tutto sommato non si tratta ancora di congelare.
orbene, visto che in nessuna piazza c'è alcun asino gelato (parafrasando un noto detto delle mie parti), come mai a Milano hanno già accesso il riscaldamento in università manco fossimo al reparto neonatale del Gemelli di Roma?

molteplici sono le risposte possibili:
- si vuole aumentare la spesa sanitaria nazionale fomentando i bacilli grazie all'escursione termica interno-esterno
- in barba al protocollo di Kyoto si vuole innalzare il riscaldamento mondiale in modo che Milano divenga meta di turismo dove indossare tutto l'anno le collezioni primavera/estate
- si vogliono aumentare le patologie respiratorie e allergiche dei bambini al fine di risolvere in modo naturale il problema della carenza di asili nido

e pensare che quando ero un'ignara e giovane studentessa al liceo pensavo corrispondesse al mito che a Milano d'inverno il riscaldamento fosse impostato sui 25°...

2 commenti:

Fabrizio - ikol22 ha detto...

Non sono del luogo e quindi mi astengo anche dall'immaginare la ragione di tanta solerzia.

Viviamo però in periodi di eccessi. Sembra si siano perse le misure di valutazione del caldo e del freddo. Lo scorso estate infatti qualcuno ha ritenuto di incrociare i "puntuali" ritardi ferroviari con la sicurezza: "Stante il molto caldo le rotaie si deformano e i treni debbono rallentare" come se le temperature raggiunte fossero di chissà quale eccezionale record o come se in Spagna i treni, in estate, venissero cautamente tenuti fermi.

In inverno? Anche peggio. Fate che non scendano due (diconsi 2) fiocchi di neve che il binomio Malpensa-Linate (che andrebbero chiusi sempre quanto a sicurezza dei bagagli il primo, dei passeggeri il secondo), immediatamente vengono chiusi. Anni fa atterrai a Buffalo durante una tempesta di neve senza che per questo si gridasse al miracolo e lo stesso mi capitò a Helsinki ma nel freddo Nord Italia giammai.

I notiziari tra poco verranno aperti all'insegna del record delle temperature fredde e così via senza che nessuno gridi al record di stupidità.

Elisabetta ha detto...

purtroppo fare sensazionalismo sul tempo diventa un modo per occultare le cause dei disagi e per non parlare di altre notizie ben più importanti. a Milano penso sia una delle cause più consistenti di inquinamento, l'anno scorso hanno tentato di fare qualcosa ma a quanto pare non è servito...