lunedì 8 ottobre 2007

croci e delizie

mi sovveniva in questi giorni il pensiero che il commento è la croce e delizia del blogger. delizia perchè si conosce gente nuova, si scambiano opinioni e si creano interessanti luoghi dove fare discussione.
croce perchè vanno seguiti, bisogna fare visite ai blog degli altri (cosa su cui io, fra le tante, sono negata), bisogna cercare di non creare flame o comunque di tenere alla larga episodi spiacevoli, ecc.

io ritenevo, da ingenua ricercatrice, che il commento fosse parte integrante del blog fin dagli albori, e invece è emerso che:
all'inizio non c'erano, i primi servizi, tra cui anche Blogger, non avevano commenti
i primi blogger non ne avevano e molti hanno beatamente continuato senza (taluni continuano tutt'ora senza o li hanno aperti solo di recente)
alcuni, oggi come oggi, che li avevano all'inizio li hanno chiusi o tolti...
e tutto questo togliendo magari una parte importante ma non diminuendo l'interesse del blog in quanto tale

questi fatti mi danno parecchio da pensare...
voi i vostri commenti come li vivete?

2 commenti:

Fabrizio - ikol22 ha detto...

Ehm ecco, sperando di non esser eccessivo, pedante e / o noioso, io, oggi (sì sì ora, adesso) li vado vivendo scrivendoli sul tuo blog dalla data in cui smisi di leggerlo perché via.

Sui miei blog (in modo particolare quelli fotografici) li vivo con molto piacere quando li ricevo sebbene anch'io trovi talvolta insopportabile la visita di cortesia.

Il commento, specie sui blog fotografici, è però anche utile perché va dalla tecnica fotografica utilizzata al chiarimento sull'immagine, al costume, usi e abitudini del luogo o soggetto della fotografia. Quando poi una foto è un'opera d'arte viene davvero anche spontaneo lasciare un commento di apprezzamento.

Negli altri casi, e questo tuo è un esempio, il commento è anche un "istant poll". Ho molto apprezzato qualche giorno fa una conoscente americana che ha chiesto ai suoi lettori cosa preferivano quale impostazione del criterio di commento (pop-up, crittografia, approvazione...).

Ho altresì notato specie nei blog molto letti (quelli fotografici tra questi) come i commenti assurgano talvolta a dialogo quasi online tra i commentatori, cosa questa che provoca ulteriore interesse da parte di altri e così via.

In ultima analisi quando non forzato dalle buone maniere di cui sopra (anche quando non ho di che dire), mi piace commentare e mi piace leggere gli altrui commenti.

Elisabetta ha detto...

per fortuna che qualcuno ha risposto, non importa se tardi...
per esempio per me i commenti sui blgo degli altri sono difficoltosi perchè spesso non so cosa scrivere anche se mi piace leggere quelli degli altri...e allo stesso modo non amo andare in giro a farmi conoscere lasciando commenti anche perchè era nato come blog di condivisione (e passaparola) con coloro che avevo contattato per la ricerca...è una situazione ibrida che si è evoluta progressivamente.
così mi tengo cari i miei commentatori, pochi ma molto buoni!