venerdì 19 ottobre 2007

the woman with the red dress

la signora in rosso avrà ormai anche il pigiama in pendant con l'abito.
senza nemmeno troppa fantasia hanno solamente accorciato il vestito della settimana scorsa, probabilmente faceva troppo caldo per via delle luci di studio e del riscaldamento. però a quanto pare porta bene vista l'impennata degli ascolti, anche se la medaglia d'oro della sfida serale va al buon dr. House (che io mi ostino a guardare solo sotto tortura).
si vede che l'accensione del riscaldamento ha incollato al divano gli italiani anziché farli uscire ancora un po', non hanno ancora capito non siamo stati catapultati nel bel mezzo della tundra siberiana.
due sole note, pure in ritardo, ma ieri non c'è stato verso di riuscire a pensare:
nel mediaplayer della Rai (su cui si possono recuperare alcuni contenuti del programmi) hanno iniziato a mettere un mini-spot pubblicitario all'inizio del filmato gratuito. potrebbe essere il segnale che sempre più persone iniziano a guardarli, ed è buona cosa, ma dall'altra parte testimonia un'applicazione pedissequa dei meccanismi televisivi (spot a inserzione prima del programma) che a me infastidisce molto: per guardare 1 minuto e mezzo di filmato mi devo subire 5 secondi di pubblicità, è fastidioso e pure inutile perché non sono per nulla ricettiva allo spot.
il blog da cui abitualmente attingo i dati Auditel (che ora sono disponibili solo a pagamento) totalizza sempre centinaia (e questa volta migliaia di commenti), più di quelli del buon Grillo. la televisione si dimostra ancora una volta un ottimo fornitore di contenuti per la socializzazione.

ma su entrambi gli argomenti interessante tornare.

1 commento:

Elisabetta ha detto...

errata corrige: "dei programmi" (quinto capoverso)
e "sarà interessante tornare" (ultimo capoverso)