giovedì 29 novembre 2007

belle scoperte

oggi sono stata alla Biblioteca Braidense. a parte la mole di carta da compilare (è eccezionalmente sospeso il servizio informatico per un certo periodo) e la scomodità di entrare senza borse con tutto in mano (help!) sono rimasta davvero stupita dall'impressionante mole di libri antichi che sono contenuti negli scaffali e ho anche capito la ragione per cui controllano a vista che nessuno si porti via nulla.
io in realtà dovevo consultare alcuni libri moderni e quindi mi sono persa il fascino di quelle pagine che infinite mani hanno sfogliato, rilegate in pelle con le scritte dorate e tanto fragili che paiono sul punto di rompersi appena li guardi. questo forse perché ho sempre subito il fascino dei libri e dell'acquistarli oltre (e forse più) che del leggerli.
devo poi ammettere che sono anche riuscita ad apprezzare una zona di Milano che non avevo mai visto. provenendo da un paesino di provincia bergamasco non ho mai particolarmente amato il capoluogo lombardo e l'ho sempre pensato "grigio", questa zona mi è invece sembrata colorata, con i negozietti, le vie strette e i bar con ancora i tavolini all'aperto nonostante il freddo. dopo gli Obei Obei che animano S. Ambrogio (e la vita degli universitari) devo dire che la zona di Brera mi è proprio piaciuta. un punto a favore di Milano.

Nessun commento: