giovedì 8 novembre 2007

radici

ho scoperto nei miei "bazzicamenti" sociologici una teoria interessante: la grounded theory di Glaser & Strauss. questa teoria sostiene che la ricerca sociale non deve verificare ipotesi a priori ma costruire una teoria dopo aver raccolto i dati della ricerca sul campo. in coincidenza (un caso di serendipity) anch'io mi sono mossa più o meno così: sono partita da alcune idee su come funzionassero i blog, ho fatto la ricerca e poi ho pensato ad un paradigma teorico che spiegasse come erano andate le cose.
questa teoria, che è del 1967, ha interessanti analogie con l'ermeneutica, uno dei paradigmi filosofici del Novecento, sviluppato soprattutto da Gadamer in Verità e Metodo. che riprende a sua volta Heidegger (e poi ci sono altre ascendenze ma è complicato).
è un paradigma che mi ha sempre affascinato perché insiste molto sulla consapevolezza che il proprio sguardo sul mondo sia situato: io sono qui, con un'età, un genere, una storia, un modo di pensare che mi danno delle precomprensioni su quello che conosco. dei pre-gudizi in senso buono. quando poi conosco la realtà i giudizi sono naturalmente confermati, negati, modificati e quindi si ritorna riflessivamente sui propri passi per modificare le proprie credenze e partire ancora.
inizio a pensare che si dovrebbe mettere filosofia come disciplina obbligatoria a partire dalla scuola elementare (certo, nei modi e nei tempi consoni a ciascuna età) come modo per dare a tutti coscienza del proprio pensiero e della propria condizione. forse al mondo ci sarebbe in giro gente un po' meno ottusa, si comincerebbe ad ascoltarsi un po' di più e a farsi meno la guerra.

3 commenti:

Penelope ha detto...

Ciao Elisabetta, come va?
Se ritorni al post che hai commentato troverai la risposta alla tua domanda...
Un caro saluto
Penelope

Fabrizio - ikol22 ha detto...

Come darti torto. Facevo le medie ed ero innamorato della filosofia. Il destino però ha mosso le cose affinché io non l'avessi a studiare mai.

Elisabetta ha detto...

si può sempre recuperare anche perchè un conto è la storia della filosofia, un conto è essere filosofi, e quqesto lo si può essere anche senza lo studio della storia della filosofia (io mi ritengo una studiosa, naturalmente!)