domenica 6 gennaio 2008

la vita al tempo dello smog

stamattina il cielo era terso, almeno per la metà della strada che ho fatto. si poteva ammirare una parte dell'arco alpino che circonda questa zona.
è uno spettacolo che mi stupisce sempre quando lo si può ammirare perché in effetti le montagne distano da dove abito io una ventina scarsa di chilometri (quelle più vicine) ma in genere sono coperte da una coperta di nuvole e smog.
quando però piove, o c'è vento, il cielo si apre e lascia apparire in tutta la sua bellezza questa corona naturale, oggi ricoperta di un soffice manto bianco. mi chiedo spesso se, quando l'inquinamento era inferiore, fosse possibile vederle più spesso e sentirsi protetti da questa cintura naturale che chiude l'orizzonte.
guidare però con questo spettacolo naturale accanto diventa molto difficile, perché vorrei poterle guardare e invece devo prestare attenzione alla strada, e soprattutto a schivare le voragini che si sono create con il freddo, la neve e il sale o la sabbia che hanno cosparso perché non si formasse il ghiaccio.
con lo scarico della mia auto anch'io ho contribuito a cancellare dall'orizzonte un po' di quelle montagne...effetto delle contraddizioni della vita contemporanea.

Nessun commento: