giovedì 17 aprile 2008

helpdesk

ho già esternato la mia antipatia per gli stacchi pubblicitari a tre minuti dalla fine di quello che sto guardando. ieri sera è aumentata in modo vertiginoso quando mi sono appisolata durante l'ultimo inserto pubblicitario del terzo episodio di C.S.I. e ne ho perso la fine. non sapere chi ha commesso il delitto di un thriller (o come lo ha commesso) è come mangiare cioccolato senza cacao.
morale: qualcuno mi può raccontare com'è finito, soprattutto il caso della donna trovata uccisa con la bottiglia di champagne?

2 commenti:

Monitor de LCD ha detto...

Hello. This post is likeable, and your blog is very interesting, congratulations :-). I will add in my blogroll =). If possible gives a last there on my blog, it is about the Monitor de LCD, I hope you enjoy. The address is http://monitor-de-lcd.blogspot.com. A hug.

Fabrizio - ikol22 ha detto...

Uhmm facile. Dall'esame autoptico del cadavere e dall'analisi del liquido si è venuti alla conclusione che l'intruglio era quello originale messo in bottiglia da Padre Pierre Pérignon nel 1668 (avrebbe ucciso un cavallo). La dirigenza del gruppo LVMH titolare di molti marchi ivi compreso il Dom Pérignon, è sotto inchiesta.