lunedì 28 aprile 2008

sociopatologia della vita quotidiana

non fosse per l'età, quarant'anni ormai passati, si potrebbe scambiare il signor Brambilla* per un modello appena uscito dalle pagine de L'uomo di Vogue: porta un completo blu gessato alla moda con i pantaloni molto attillati, scarpe blu di coccodrillo e trench beige per obbedire alla pioggia fine fine che accompagna la giornata. non importa se sta per entrare a visitare una casa ancora in costruzione: la domestica provvederà certamente a ripulire dalla polvere tutti gli indumenti.
il signor Brambilla ostenta un marcato accento milanese, nonostante si trovi in un'altra provincia lombarda, adotta un tono pacato alquanto zuccheroso e cerca di proporre agli ignari clienti tipologie d'appartamento medio alte, facendo passare in modo non troppo velato che sei troppo povero se "per la cifra che voi intendete investire non ci sono altre soluzioni a parte quella che vi ho proposto".
il signor Brambilla è così attento a non turbare in alcun modo i suoi clienti che dimentica di dire che la piantina dell'appartamento che vi porterà a visitare e che costa uno sproposito non è in scala. dimentica di dire che l'hanno aggiustata un pochino per far sembrare una reggia quella topaia che vi vuole vendere. gli spazi esterni sono però straordinari. peccato che uno viva all'interno e non su quella magnifica terrazza in cui si sono già tappati i buchi per lo sfogo dell'acqua e che la pioggia dei giorni scorsi ha trasformato in uno stagno ad alta quota.
certo, si può sempre giocare con l'arredamento: Quattrocchi e Puffetta, quando ci andranno ad abitare, potranno giocare a spostare tutti i giorni i loro mobili perché di quelli a dimensioni reali non ce ne sta nemmeno mezzo.
il signor Brambilla si congeda stringendo la mano a tutti, un po' amareggiato che il suo talento affabulatorio abbia fatto cilecca con persone che hanno un cultura al di sopra della media. potrà sempre consolarsi abbacinando con le parole (e non solo) la sua segretaria che lo segue fedelmente con un cagnolino e a cui avrà certamente già venduto un altro dei suoi magnifici appartamenti con terrazzo**.

* naturalmente qualsiasi riferimento a persone e fatti reali è puramente casuale
** ringrazio le persone che con i loro commenti a fatti reali mi hanno offerto spunti gustosi per scrivere questo post.

3 commenti:

Fabrizio - ikol22 ha detto...

Ma... Ma... Hai fatto la mia fotografia :-)))

Elisabetta ha detto...

impossibile!!!!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.