lunedì 26 settembre 2011

Osservatorio Brands & Social Media: il settore Automobili

Riprende dopo la pausa estiva "Brands & Social Media. Osservatorio su 100 aziende e la comunicazione sui social media in Italia", un progetto di ricerca promosso da Digital PR e OssCom - Centro di Ricerca sui Media e la Comunicazione dell'Università Cattolica. Questa volta sotto la nostra lente d'ingrandimento è passato il settore Automobili: abbiamo selezionato le prime venti casi automobilistiche per volume d'auto immatricolate (secondo i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Anfia) e abbiamo indagato la loro presenza sui social media, secondo i criteri già esposti

Questa l'infografica riassuntiva del nostro lavoro: 


Come per il I report sui siti OssCom e Digital PR potete scaricare infografica ed executive summary e trovare i contatti a cui chiedere il report esteso.
Fiat domina la classifica e bene si collocano le aziende europee. Oltre a quanto evidenziato in Business & Blog faccio qui un breve riassunto delle strategie che le aziende seguono sui social media e che possono essere accorpate in tre gruppi:
- Un primo gruppo, formato dalle prime due in classifica, Fiat e Citroën, attua una strategia di utilizzo estensivo di tutti i social network selezionati che, analogamente a quanto definito per il primo report, può essere definita diffusiva e proattiva, poiché i profili non sono solo mantenuti ma anche ben alimentati, seppur con diversi livelli di performance.
- Un secondo gruppo è costituto dalle aziende che sono attive sui social network individuati ma non utilizzano il blog: Renault, Lancia, Peugeot e Ford. I loro punteggi si collocano nella stessa fascia di risultati (i loro punteggi variano dai 27,5 ai 37,5) e i migliori risultati vengono ottenuti nella pagina di Facebook, in particolare da Renault e Lancia. Si tratta di una strategia di presidio in cui si mantengono attivi tutti i profili con livelli di risultati stabili e costanti. A queste aziende si uniscono quelle del terzo gruppo (punteggi da 21,25 a 16,25) che mantengono un’analoga strategia di presidio ma concentrata su due soli social network, tenendo fisso Facebook e aggiungendo Twitter (Dacia) o YouTube (Audi e Volvo).
- Il quarto gruppo è costituito, infine, dalle ultime quattro aziende che scelgono di concentrarsi su una strategia monocanale con un solo profilo per il nostro Paese su social network. Come già accennato, i social network scelti sono Facebook e YouTube, mentre Twitter sembra essere percepito come uno strumento che completa un’offerta già articolata ma non sufficiente per essere l’unico canale social scelto. 

In questo panorama spicca il caso di Alfa Romeo che mantiene attivo per il brand intero solo la pagina di Facebook (mentre per i modelli sono attivi numerosi profili anche a livello internazionale), il quale ottiene risultati davvero eccellenti: una media di 2,42 status update al giorno, 28,12 commenti e 468 like in media per status update e 279640 fan, il massimo per questa categoria.

Siamo consapevoli che questa ricerca colga solo una parte della complessità del mondo delle relazioni fra aziende e utenti sui social media ma la portiamo avanti fiduciosi che sia un tassello in più nella comprensione di questi nuovi fenomeni e lasciando spazio a osservazioni e critiche che ci possano essere utili per successive ricerche o approfondimenti.

Nessun commento: